Test SuperOP

Recentemente abbiamo avuto il l’opportunità di testare in modo diretto il dispositivo SuperOP. Il test è durato all’incirca 3 mesi e in questo articolo andrò ad illustrare tutto quello che c’è da sapere su questo device, tutte le sue funzionalità ed infine i suoi pro e contro.

SuperOP è essenzialmente un rilevatore di parametri vitali, ovvero: pressione e battito cardiaco. Lo strumento in sé, a prima vista, è esattamente come un misuratore di pressione, ma le sue vere funzioni si estendono ben oltre la banale misurazione di dati.

Il vero core di SuperOP è infatti l’interazione tra il dispositivo e la sua app di riferimento (disponibile sia per Android che per iOS). Il software non solo permette la registrazione e memorizzazione quotidiana dei dati, ma esegue anche un’analisi dettagliata di quegli stessi dati per fornire delle linee guida rivolte all’allenamento assolutamente personalizzate sulla persona.

Ma vediamo nel dettaglio ogni sua parte

IL MISURATORE DI PRESSIONE

Il device che misura la pressione è di ottima fattura, tascabile, comodo e pratico da usare. Il design è elegante e la misurazione perfettamente attendibile se confrontata con altri misuratori di pressione in commercio.

Non necessita di batterie, il dispositivo si carica direttamente tramite cavo USB presente nella confezione. Il cavo di SuperOP può essere inserito direttamente nel proprio PC oppure si adatta perfettamente con le prese degli spinotti Android e Apple. La batteria ha una durata più che soddisfacente, una carica dura oltre due mesi.

L’APPLICAZIONE E L’ANALISI DEI DATI

È possibile scaricare l’app di SuperOP sia dal Google Play che dall’App Store. Una volta aperta ed attivata, tramite il codice univoco presente nella confezione originale, in pochi semplici passi è possibile collegare il proprio dispositivo all’app tramite il bluetooth (anche per ogni raccolta dati successiva è necessario attivare il bluetooth del telefono).

A questo punto inserire i dati giornalieri di pressione e battito cardiaco è davvero facile: basta selezionare “inserisci i dati” e SuperOP registrerà sull’app tutte le rilevazioni in modo automatico.
Ad ogni misurazione giornaliera verranno sottoposte delle domande riguardanti l’allenamento e lo stato psico-fisico del giorno prima, le quali andranno a costituire parte integrante dell’analisi dei dati.

Le misurazioni vanno effettuate in modo costante ogni giorno alla stessa ora. È consigliato eseguire le misurazioni la mattina appena svegli e prima di alzarsi dal letto. Tenete presente che più le misurazioni sono costanti, sia come metodo che come orario della giornata, più SuperOP potrà eseguire un’analisi precisa dei dati.

Sono necessarie 14 misurazioni prima che il dispositivo inizi a darvi un riscontro sul vostro stato di forma giornaliero, ma per  sincronizzarsi in modo perfetto con la persona sono necessarie circa 6-8 settimane.
Il tempo necessario per una perfetta sincronizzazione dipende essenzialmente dallo stile di vita: più è regolare e più il tempo di sincronizzazione richiesto sarà minore.

Ma cosa fa esattamente Super OP con i dati che raccoglie?

SuperOP dopo 14 giorni dall’utilizzo inizierà a dirci il nostro stato di forma giornaliero e, di conseguenza il volume e l’intensità di lavoro che possiamo sopportare quel giorno.

SuperOP consente di tarare il proprio allenamento in modo sicuro, senza rischiare di esaurire completamente il proprio sistema nervoso centrale e le proprie energie.
Previene il rischio di arrivare al sovra-allenamento e, se usato in modo regolare, consente di arrivare preparati agli eventi più importanti (gara, test fisici, ecc).

SuperOP vi dirà esattamente la vostra condizione di forma del giorno ed il carico di lavoro per voi più adeguato e proficuo.
Inoltre, più lo usate e più diventa preciso, adattandosi al vostro stile di vita e alla vostra persona.

In più, SuperOP, tramite la sua funzione “trainer” consente il monitoraggio di più atleti da parte di un coach. Comunicando il proprio codice univoco, che vi fornirà direttamente la vostra app, il vostro allenatore potrà tenere traccia del vostro stato di forma direttamente tramite piattaforma web.

CONCLUSIONE: I PRO E I CONTRO DI SUPEROP

SuperOP ha quindi molti benefici ed è uno strumento senza alcun dubbio utile agli atleti e sportivi di ogni livello, ma vediamo nel dettaglio sia le note positive che quelle negative:

PRO

  • SuperOP è essenziale per ottimizzare il proprio allenamento al meglio
  • Utile per non arrivare mai impreparato ad una competizione importante
  • Design elegante, comodo e tascabile
  • Facile impostazione ed utilizzo
  • Applicazione smartphone ben strutturata e facile da usare
  • Opzione monitoraggio atleti per i trainers e i coaches

CONTRO

  • Tempistiche di impostazione, 14 giorni per avere i primi dati e ben 6-8 settimane per raggiungere il massimo della precisione.
  • Misurazioni operatore dipendente. Nel senso che il device è assolutamente affidabile, ma la persona deve effettuare la misurazione sempre circa alla stessa ora (meglio non misurarsi quando ci si sveglia oltre 2 ore prima o dopo il solito) e nello stesso modo ed essere molto meticolosa.

CONSIDERAZIONI FINALI

SuperOP è un dispositivo adatto a tutti gli sportivi che vogliono avere un’arma in più nel proprio arsenale, un compagno che li possa seguire, passo dopo passo, nella preparazione ad una gara o un evento importante.

SuperOP è adatto sia per atleti di sport di resistenza sia ad atleti di sport di forza, in quanto entrambi devono affrontare problematiche molto simili durante la definizione di una programmazione allenante.

I minimi downsides che presenta riguardo le tempistiche di impostazione iniziale, vengono ampiamente surclassati dalla gran quantità di benefici che l’atleta ottiene dall’utilizzo di SuperOP.

In conclusione, SuperOP, è una ottimo dispositivo per programmare al meglio i proprio allenamento, personalmente noi lo usiamo e continueremo ad usarlo.

 

TEAM EXERCEO NETWORK

Dr. Davide Balconi

Fisioterapista
Powelifting coach e atleta

www.exerceo.it

www.carbsandprotein.com

Lascia un commento